Un uomo armato fuggito ad alta velocità a bordo della propria auto, su cui la polizia ha sparato diversi colpi di avvertimento, è stato arrestato ad Osdorp, dove era rimasto nascosto da quando la scorsa settimana era stato protagonista di una vicenda che ha avuto una grande eco sulla stampa e sui social. La polizia ha dichiarato che l’adolescente, di nome Luciano D, era scappato da una unità psichiatrica durante un funerale, a cui era stato accompagnato da qualcuno del personale medico. Era trattenuto nel centro di detenzione giovanile a Lelystad per comportamento violento e tentata rapina a mano armata. Il ragazzo era già noto alle forze dell’ordine e figurava nella lista dei 600 giovani “pericolosi” della capitale.

Il video

Un video amatoriale del tentato arresto di giovedì mostra tre uomini che abbandonano la macchina dopo essere stati circondati da agenti armati. Alla guida c’era Luciano D. che ha premuto il piede sull’acceleratore, facendo sì che i quattro poliziotti che gli erano alle calcagna lo seguissero, permettendo cosi a due dei tre uomini che erano con lui di fuggire dalla scena. Luciano D è rimasto ferito da un colpo di pistola durante l’inseguimento e subito dopo è nata una polemica in rete sul comportamento degli agenti.

Rispetto delle procedure o “epic fail” degli agenti?

In molti si sono domandati se gli agenti abbiano tenuto sotto controllo la situazione oppure se la fuga di 3 sospetti su 4 sia stato il risultato di errori degli agenti. Il quotidiano Parool ha sentito Jaap Groot, docente alla Vrij Universiteit di Amsterdam ed esperto di forze dell’ordine; in base alle immagini, secondo l’accademico, il comportamento degli agenti sarebbe stato corretto. Sparare alle ruote avrebbe potuto provocare il ribaltamento del veicolo e danni anche ad altri automobilisti mentre bloccare l’auto, parcheggiando la pattuglia davanti al veicolo del sospetto, avrebbe messo gli agenti a rischio di uno scontro a fuoco. Luciano D., secondo gli agenti, era infatti armato. Quanto alla fuga degli altri tre passeggeri della Volkswagen, stando ai comunicati stampa della politie, i ricercati erano solo due: il conducente e l’uomo fermato.