L’organizzazione per l’assistenza agli anziani Amsta, sta pianificando la prossima apertura di una casa di riposo per persone LGBT anziane, presso la Dr Sarphatihuis ad Amsterdam. “Qui non c’è bisogno di spiegare come hai vissuto la tua vita”, l’organizzazione ha detto di Het Parool. La casa aprirà il prossimo Mercoledì e inizialmente ospiterà 8 anziani.

Il nuovo reparto, che verrà inaugurato a Rotersstraat sarà chiamato Rose Island. L’organizzazione intende creare un ambiente in cui gli anziani possano vivere il tempo in pace, senza dover rispondere a domande se fossero stati sposati oppure sul modo in cui hanno scelto di vivere la loro vita.

Rose Island avrà spazio per otto persone con diverse esigenze di assistenza. La casa di cura si occuperà, principalmente, di persone con problemi fisici o psichiatrici. Il personale che lavora nel reparto, dovrà essere “LGBT friendly” in maniera da rendere le comunicazioni più facili e agevoli.

“Se necessario e in collaborazione con i residenti, ci accingiamo a dare un carattere unico al reparto”, ha detto al quotidiano di Amsterdam Wilbert Wienema, direttore dell’organizzazione per l’assistenza domiciliare Gay Care.

Gay Care, crede sia arrivato il momento di aprire un posto simile perchè anziani LGBT trovano spesso difficoltà nelle case di cura tradizionali, a causa di discriminazione o inesperienza dello staff.