Nuova mostra all’Amsterdam Museum, il museo sulla storia della città. L’esposizione Beer – Amsterdam, City of Beer and Brewers racconta la storia della birra. Dopo la mostra digitale dedicata al coronavirus, il museo ha deciso di aprire nuovamente le sue porte fino al 1 Novembre per la prima esposizione in presenza post-Covid.

https://www.instagram.com/p/CCGEokLA52W/?utm_source=ig_web_copy_link

Amsterdam ha una lunga storia legata alla birra. Fin dal XIV secolo insieme alla città di Medemblik era stata designata come unico porto per l’importazione della birra dalla Germania.

Nel 1806, Amsterdam contava già 1793 birrerieLa città è poi diventata sede della Heineken e oggi ospita più di 45 birrifici, più di qualsiasi altra città nei Paesi Bassi.

La birra è stata la bevanda popolare numero uno per secoli. Poiché l’acqua non era pulita e il vino era troppo costoso, tutti la bevevano, anche i bambini.

La mostra percorrerà tutta la storia della birra di Amsterdam a partire dal XIV secolo fino al XIX. 

Con oltre 400 diversi tipi di birra nel mondo, i visitatori scopriranno l’impatto che diverse materie prime e i luppoli hanno sul gusto della birra

La mostra, curata da Irma Enklaar and Edo Dijksterhuis, offre anche spazio ai birrifici di oggi presenti in città come De Prael e Troost. 

https://www.instagram.com/tv/CC56pkNFzjl/?utm_source=ig_web_copy_link

Un’altro dei temi che la mostra tocca è quello dell’impatto eco-sociale della birra, tra cui l’impatto che la produzione di birra ha sull’ambiente così come le conseguenze sociali e sulla salute del consumo di alcol. 

Infine, spazio viene dato anche all’arte e all’archeologia. Dal ritratto di un vecchio bevitore del XVII secolo di Gabriel Metsu alle sculture contemporanee di Gijs Assmann, la mostra presenterà i modi in cui l’arte ha rappresentato la cultura dei pub, facendo anche uso di reperti archeologici trovati in città. 

Per l’occasione, il museo di Amsterdam ha eletto la New England IPA della birreria Troost birra ufficiale dell’esposizione.