A breve termine, 250 richiedenti asilo potranno recarsi nei palazzetti dello sport di Amsterdam e su una barca attrezzata come un ricovero di emergenza, dice NOS. Amsterdam stava già accogliendo 2100 richiedenti asilo ed è in arrivo una nave da crociera per 1000 persone.

L’assessore del GroenLinks Rutger Groot Wassink invita anche altri comuni a liberare sedi per fare posto ai centri; “Ci sono comuni che attualmente non contribuiscono o contribuiscono poco all’accoglienza dei profughi. Questa è una situazione insostenibile. Non può essere che una minoranza di comuni risolva i problemi”.

I corsi nei palazzetti dello sport che fungeranno da centri di accoglienza sono state tutte spostate e ci sono ancora rifugiati ucraini sulla nave organizzata che verranno ospitati altrove. Rispetto al numero di abitanti, le province di Groningen e Drenthe accolgono di gran lunga il maggior numero di richiedenti asilo. Amsterdam è leader delle quattro grandi città.

A Rotterdam, 340 richiedenti asilo sono ospitati su quattro navi e, secondo la pianificazione, l’accoglienza terminerà il 1° ottobre. L’Aia ha un centro per richiedenti asilo con spazio per 400 profughi e un centro di accoglienza per cinquanta minori. Inoltre, L’Aia riceverà altri 400 richiedenti asilo per un periodo di sei mesi.

Utrecht ha un centro per richiedenti asilo per 600 persone, un posto per venti richiedenti asilo single e 300 sono temporaneamente alloggiati in un hotel. Il Jaarbeurs viene utilizzato anche per le cure a breve termine.