Amnesty e Greenpeace a Shell: se non cambiate politiche sull’ambiente preparatevi a decine di citazioni in tribunale

Una vera rivolta contro Shell, questo è l’obiettivo della campagna messa in piedi da Greenpeace Nederland: “Chiediamo giustizia e azioni a tutela del clima”, si legge sulla pagina FB dell’organizzazione “Niente più greenwash”.

L’organizzazione ambientalista, insieme a Milieu Defensie ed Amnesty International ha preparato un documento per gli investitori del colosso anglo-olandese dove li mette in guardia per il numero crescente di casi giudiziari in cui è coinvolta la multinazionale.

“Dopo decenni di proteste e richieste di assunzione di responsabilità, le comunità locali e i governi stanno agendo contro Shell”

Questi procedimenti non sono casi isolati ma parte di un movimento globale, scrive ancora Greenpeace. “Chiediamo la riduzione dell’inquinamento, lo stop alla corruzione e alle violazioni dei diritti umani” si legge ancora sulla pagina Facebook della NGO. “Shell ha una soliuzione semplice al problema: cambiare i suoi modi. O prepararsi ad altri casi in tribunale.

Il 22 maggio è prevista la riunione annuale degli azionisti della Shell. Amnesty International, Global Witness, Greenpeace, Groninger Soil Movement, Friends of the Earth NL hanno unito le forze per sensibilizzare i cittadini al pericolo rappresentato da Shell.

“Inizi a rispettare i diritti delle persone e a pagare per i danni. E soprattutto la smetta di fare affari con politici e uomini d’affari corrotti”

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli