The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Ambiente, parlamento approva mozione sulla chiusura delle centrali a carbone

Passata la mozione che impegna la maggioranza a chiudere le 11 centrali a carbone attive del Paese



© Alice Brignone

Il parlamento olandese ha approvato una mozione che impegna la maggioranza a chiudere le 11 centrali a carbone attive del Paese. Il partito laburista Pvda, partner di minoranza della coalizione, ha votato la mozione insieme alle opposizioni. Contrari i liberali del VVD.

All’inizio della settimana aveva fatto discutere la lettera aperta indirizzata da un gruppo di 60 docenti universitari a governo e parlamento titolata “Chiudete le 11 centrali a carbone” e pubblicata sul quotidiano Trouw.

Gli esperti chiedevano al premier, Mark Rutte, di portare questo messaggio al summit sull’ambiente in programma la prossima settimana a Parigi (COP21). La lettera era arrivata alla vigilia del dibattito parlamentare, dove sono poi stati discussi gli orientamenti per la prossima conferenza internazionale sul clima.

“È ora che il paese dia un chiaro segnale sulla strada della sostenibilità” dice ancora il testo, redatto da alcuni tra i massimi esperti olandesi in questioni ambientali. Secondo gli studiosi, la chiusura temporanea dei siti non avrebbe ripercussioni di rilievo sull’economia: le centrali alimentate a gas sarebbero un’ottima alternativa energetica, troppo spesso sacrificata a vantaggio dei costi contenuti del carbone che garantiscono, comunque, risparmi irrisori a fronte dell’ingente danno all’ecosistema.

“L’era del carbone si è conclusa” prosegue la missiva, citando lo studio dell’OCSE che pone le centrali a carbone in testa alle minacce per l’ambiente. La Germania e l’Inghilterra stanno infatti già implementando una “exit strategy” e secondo il gruppo di docenti, capeggiato dal professor Jan Rotman, l’Olanda dovrebbe seguire lo stesso trend: cominciando, ad esempio, con le centrali di Maasvlakte ed Eemshaven, inaugurate di recente.

Per gli scienziati, il gas sarebbe la soluzione migliore grazie alle emissioni contenute di CO2 e al fatto che l’offerta potrebbe arrivare a coprire le necessità energetiche del Paese, civili e industriali. Anzi gli esperti parlavano addirittura di surplus.

Sotto il testo integrale della lettera.

TAGS


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!