Nonostante le pale eoliche e i pannelli solari siano sempre più diffusi nei Paesi Bassi, l’Olanda non riuscirà nella svolta “green” che si era prefissata per il 2020.

Secondo fonti dell’emittente NOS, infatti, entro quella data il fabbisogno nazionale di energia non sarà al 14% proveniente da fonti rinnovabili, soglia decisa nel 2013 da 40 diversi enti olandesi tra società, organizzazioni e partiti politici.

Tra cinque anni quindi, continua NOS, la quota di energia “verde” sarà appena l’11,9% del totale. In crescita sì rispetto agli anni passati, tuttavia meno di quanto inizialmente auspicato. Ma non finisce qui: anche le previsioni sull’abbattimento dei consumi, industriali e domestici, si sono rivelate troppo ottimiste e solamente il 50% di quanto prospettato verrà effettivamente ridotto entro il 2020.