The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Ambiente, esplosione nella centrale nucleare di Doel

Terzo incidente in tre anni nel complesso gestito dal colosso GDF Suez



di Paolo Rosi

La centrale nucleare di Doel, cittadina fiamminga dell’Oost-Vlaanderen, è stata costruita tra gli anni ’70 e ’80 ed è situata appena cinque chilometri dal confine con l’Olanda, una ventina dalla città di Antwerp. Circa nove milioni di persone vivono nell’arco di 75 chilometri dall’impianto.

fonte: Wiki

fonte: Wiki

Sabato notte, intorno alle 23, nello stabilimento gestito da Electrabel, sussidiaria del colosso francese GDF Suez (ora Engie), è avvenuta una “piccola esplosione” che ha scatenato un successivo incendio, durato circa venti minuti. Secondo quanto affermato dal portavoce Els De Clercq alla Gazet van Antwerpen, non sarebbe avvenuto “alcun incidente di natura nucleare”, dato che il Reattore 1, quello coinvolto nell’incidente, è stazionario e privo di materiale fissile.

Non è chiaro cosa sia successo esattamente e l’Agenzia Federale per l’Energia Nucleare (FANC) assieme a Electrabel stanno svolgendo un’indagine interna. De Clercq, intervistata dal quotidiano, ha così minimizzato affermando che “non vi è alcun pericolo per i lavoratori né per la popolazione” residente nelle vicinanze della centrale.

Scarso l’impatto sulla rete energetica nazionale: un calo di tensione nel nord del Paese. Dalla dirigenza, tuttavia, non escludono conseguenze con l’arrivo della stagione invernale dato che, il prossimo dicembre, proprio l’incidentato Reattore 1, assieme al Reattore 2, dovrebbero essere riaccesi.

fonte: Wiki

fonte: Wiki

Quello dello scorso weekend, però, non è il primo inconveniente avvenuto nella centrale nucleare di Doel. Il Reattore 3, infatti, era stato chiuso nel 2012 a seguito di un’ispezione condotta dagli esperti della FANC per microfratture del “reactor pressure vessel”; dopo un anno di stop, il reattore era stato riacceso e spento nuovamente, nel 2014, per questioni di sicurezza.

Sempre lo scorso anno, poi, un incidente in odore di sabotaggio ha preoccupato i dirigenti e richiesto, data la concomitanza con altri due malfunzionamenti, misure emergenziali per l’approvvigionamento energetico. Una delle turbine del quarto reattore, infatti, è rimasta senza lubrificante per uno svuotamento manuale della riserva, contente 65 000 d’olio.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!