Un nuovo studio dell’agenzia indipendente CE Delft afferma che chiudendo tre centrali elettriche a carbone all’inizio del prossimo anno i Paesi Bassi potrebbero raggiungere l’obiettivo delle emissioni di CO2 fissato dal verdetto del tribunale climatico di Urgenda.

A gennaio 2019, l’Agenzia per la valutazione ambientale ha dichiarato che, secondo i piani attuali, le emissioni di CO2 diminuirebbero del 21% circa rispetto ai livelli del 1990 entro la fine dell’anno prossimo, rispetto all’obiettivo Urgenda fissati al 25%. Il nuovo rapporto, commissionato dalle organizzazioni ambientaliste Greenpeace, Nature & Environment e Long Fund, afferma che se il governo decidesse di chiudere tre centrali elettriche a carbone, oltre alla prevista chiusura della centrale elettrica Hemweg ad Amsterdam alla fine del 2019 , l’obiettivo potrebbe essere raggiunto.

Secondo i piani attuali il carbone potrà essere utilizzato per produrre elettricità fino al 2030. Il governo afferma che la chiusura immediata delle tre centrali elettriche, due sul Maasvlakte e una sul Eemshaven, sarebbe troppo costosa.