In diversi luoghi del paese la notte scorsa c’è stata tensione, come durante il weekend anche se le conseguenze non sono state devastanti: la polizia di Zwolle ha arrestato tredici persone dopo che il sindaco Snijders aveva emesso un ordinanza di emergenza, nel timore di disordini nel centro della città.

Gli arresti sono stati effettuati, tra l’altro, per possesso illegale di fuochi d’artificio o perché i fermati non potevano identificarsi 

40 persone avevano intenzione di manifestare, dice NOS, ma sono state respinte dalla polizia. Un’ordinanza di emergenza è stata emessa anche a Drachten per paura di disordini, ma nella cittadina la situazione è rimasta tranquilla.

A Roosendaal, la polizia ha arrestato otto persone che avevano appiccato il fuoco ad una pensilina dell’autobus, riferisce il comune, e altri che facevano scoppiare dei petardi.

Tensioni anche ad Apeldoorn e Groningen: decine di giovani hanno distrutto una rotonda ad Apeldoorn, riferisce Omroep Gelderland e la polizia ha evitato che un gruppo di giovani si riunisse nel centro di Groningen.