Javier Leiva from Vic, Barcelona, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Il primo “quartiere Wikihouse” al mondo è stato ufficialmente inaugurato mercoledì pomeriggio ad Almere Buiten. Il progetto di costruzione è uno dei quattro esperimenti europei per case a basso consumo energetico, spiega OmroepFlevoland.

Una Wikihouse è una casa di legno realizzata in kit in fabbrica: le parti vengono consegnate al cantiere in pezzi di puzzle, come fosse Lego e sono assemblate dai proprietari stessi. In questo modo, i costi totali di costruzione sono inferiori rispetto a quando la casa è costruita da un appaltatore. Vengono assunte società professionali per questioni come fondamenta, elettricità e tubi dell’acqua.

Uno dei residenti del nuovo quartiere è Sebastiaan Vos. Ha iniziato a costruire nel luglio dello scorso anno. La sua casa non è ancora pronta. Vos: “Come vedi, abbastanza a buon punto ma non ancora finito. Il soffitto deve ancora essere messo. Sto lavorando alla cucina, devo ancora fare il bagno e devo ancora finire tutto al piano di sopra”, spiega a OmroepFlevoland.

Vos dice di aver passato 1400 ore a costruire la sua casa finora e spera sia abitabile entro la fine di luglio.  Dato che sta lavorando personalmente alla sua casa, stima di aver risparmiato decine di migliaia di euro sui costi di costruzione. Vos pensa che la sua casa costerà, alla fine, circa 250.000 euro.  

Il “quartiere Wikihouse” nell’Almere Stripheldenbuurt è ora composto da nove case. Una sola di queste è stata completata ed è già abitata dal proprietario. In totale, conclude il portale, dovrebbero salire a 27.