Almeno 200 persone nel Limburgo rimarranno sfollate fino a fine anno, scrive NOS. Secondo gli assicuratori Interpolis e Centraal Beheer delle oltre 950 denunce giunte finora a Centraal Beheer, quasi 1/3 riguardano edifici in condizioni talmente fatiscenti da non consentire il rientro a breve.

In almeno 100 casi, le persone saranno probabilmente ancora sfollate fino alla fine di novembre o all’inizio di dicembre. “Le case di un gran numero di famiglie sono state allagate da un volume enorme di acqua”, ha detto al NOS un portavoce della compagnia di assicurazioni.

Con la compagnia Interpolis, sono state depositate 1.300 denunce di danni, con un numero variante tra 100 e 200 persone che dovranno vivere altrove per mesi. Secondo Centraal Beheer, le segnalazioni di danni più significative provengono da Valkenburg aan de Geul, Schin op Geul e nelle immediate vicinanze.

Laddove i tempi sono così lunghi, tecnici dovranno valutare la struttura dell’immobile e soprattutto attendere che l’edificio si asciughi del tutto. E ciò può richiedere settimane o mesi.

L’organizzazione industriale Bouwend Nederland ha affermato oggi che le case degli sfollati avranno la priorità su altri contratti, dice NOS.