Photo: Maxime Prévot, screenshot FB/Namur Capitale

Sul territorio della città di Namur, un’unità di recupero sostituisce da ora il piano di emergenza messo in atto subito dopo le inondazioni che hanno gravemente colpito la regione la sera del 24 luglio, ha deciso venerdì l’unità di crisi.

Secondo 7sur7, Maxime Prévot, sindaco di Namur, ha deciso di chiudere la fase comunale del piano di emergenza venerdì sera, mentre la competenza federale del piano di emergenza era già stata chiusa lunedì sera e  il governatore ha chiuso venerdì mattina la fase provinciale.”

“Questa chiusura non significa certo la fine delle azioni sul campo: l’unità di crisi passa questa notte a un’unità di recupero, composta principalmente da rappresentanti dei vigili del fuoco, monitoraggio psicosociale e tecnico e logistico, sotto l’egida del coordinatore della pianificazione“, ha detto la città di Namur.

Tra gli interventi ancora in corso figurano la fornitura fino a domenica sera di container per l’evacuazione delle merci danneggiate, la fornitura di docce nell’area del disastro di Bomel tutte le sere fino al 10 agosto compreso e un’accoglienza con caffè e zuppa presso il Centro Culturale Abattoirs di Bomel fino al 15 agosto, scrive 7sur7.