Photo: Agata Zarcone

A Valkenburg, l’alluvione ha provocato circa 400 milioni di euro di danni: lo ha annunciato il sindaco Prevoo in una conferenza stampa. A causa delle inondazioni della scorsa settimana, 700 famiglie in quel comune del Limburgo non potranno per il momento tornare alle loro case.

Un totale di 2300 case sono state danneggiate, 700 delle quali gravemente danneggiate. Danneggiati anche 270 esercizi di ristorazione e 180 negozi. Più di 16.000 persone vivono nel comune.

Si stima che ci siano stati 200 milioni di euro di danni materiali e 200 milioni di euro di perdite commerciali per mancati guadagni. Il sindaco ha anche annunciato durante la conferenza stampa che per il momento non è permesso alle persone di entrare nelle campagne intorno al comune:  i fanghi sono inquinati e GGD li considera un rischio per la salute, dice NOS. C’è un’ordinanza di emergenza e chi entra nell’area rischia una grossa multa.

Quasi tutti i residenti che per il momento non possono tornare a casa hanno ora trovato una nuova sistemazione. “Pensiamo di aver risolto l’emergenza di tutti, per quanto ci è stato chiesto”, ha detto Prevoo.

Il sindaco ha lanciato questa mattina un appello tramite l’emittente regionale L1 e il Nos Radio 1 Journal per aiutare queste persone. “La gente ha bisogno di un posto dove pensare con calma e iniziare a ricostruire. È anche importante che i bambini abbiano un posto sicuro. Molti sono spaventati dagli eventi e hanno incubi”.

Il ripristino delle case richiederà mesi. “Gli oggetti domestici sono stati ora rimossi, circa 900 tonnellate in totale. Ma le case dovranno ancora asciugare per almeno due o tre mesi. Anche il materiale isolante deve essere sostituito e i muri e le facciate devono essere controllati da esperti”.