CoverPic@Julius, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

A Vilnius, capitale della Lituania, uno scavo nella ex Grande Sinagoga ha portato a dei ritrovamenti nella zona dell’arca della Torah. Dai lavori si è anche potuto risalire a quella che era la struttura interna della sinagoga.

Le scoperte sono avvenute tramite una spedizione di scavo congiunta israelo-lituana. Lo scavo è durato sei anni. Gli archeologi dell’Israel Antiquities Authority e del Lithuanian Cultural Heritage Preservation Institute hanno dichiarato:

Proprio questa mattina, mentre controllavamo il terreno davanti all’Aron Kodesh (arca della Torah), abbiamo trovato uno Yad d’argento. Lo Yad è un puntatore usato per leggere dal rotolo della Torah

I ritrovamenti saranno esposti al museo ebraico.

Vilnius, Gerusalemme della Lituania

Vilnius era conosciuta in passato come la “Gerusalemme della Lituania”. La sua grande Sinagoga, del XVII secolo, di stile rinascimentale-barocco, era la parte principale di un grande centro ebraico. Il centro era il luogo di studi religiosi e comunitari, nonché il cuore della comunità ebraica lituana.

La sinagoga contava circa 450 posti. E la struttura, che sembrava essere meno alta, all’interno raggiungeva più di quattro piani. La Grande Sinagoga è legata a Rabbi Eliyahu ben Shlomo Zalman, conosciuto come il Vilna Gaon (genio di Vilnius). Il Vilna Gaon era un famoso talmudista e autore di testi scientifici.

La distruzione della Grande Sinagoga

L’esistenza della comunità ebraica di Vilnius terminò durante la Shoah. La Grande Sinagoga fu saccheggiata e bruciata dai nazisti e nel 1956-7 i suoi resti furono distrutti dalle autorità sovietiche.

Quando siamo arrivati per effettuare gli scavi all’interno della sinagoga, è diventato chiaro, purtroppo, che il nucleo della sinagoga era stato notevolmente danneggiato

ha detto il dottor Jon Seligman della Israel Antiquities Authority.

Eppure, due scale impressionanti, chiaramente visibili nelle molte immagini della sinagoga prima della sua distruzione, sono state scoperte

Per ora non ci sono piani per un memoriale nel sito o per un restauro. A deciderlo in futuro sarà il comune di Vilnius e la comunità ebraica.