NL

NL

“All Eyes on Rafah”, la campagna con immagine AI pro Palestina viene condivisa milioni di volte

Un’immagine virale chiamata “All Eyes on Rafah”, che mostra una valle di tende a Rafah, nella Striscia di Gaza. Creata da un fotografo malese con l’uso dell’intelligenza artificiale (AI) è stata condivisa decine di milioni di volte sui social media, diventando un simbolo per attirare l’attenzione sulla situazione critica a Rafah.

La frase “All Eyes on Rafah” è un appello a non ignorare gli eventi nella città e ha radici in una dichiarazione del direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Rik Peeperkorn, fatta a febbraio, dopo che il primo ministro israeliano Netanyahu aveva ordinato un piano di evacuazione a Rafah.

Non tutti hanno accolto positivamente l’immagine. Alcuni critici la vedono come una rappresentazione irrispettosa della situazione, mentre altri la interpretano come un potente strumento di attivismo, che utilizza l’AI per aggirare la moderazione automatizzata sui social media. Tuttavia, la sua diffusione potrebbe non tradursi direttamente in azioni politiche concrete, come osservato dall’esperto di comunicazione Rutger Tiesma.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli