Môsieur J. [version 9.1] from Rouen, FRANCE, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

L’Amsterdamse Cato van der K. Amsterdam è stata condannata dal tribunale di Alkmaar a una pena detentiva di 1 giorno e 120 ore di servizio civile per aver aggredito un ragazzo minorenne che consegnava la pizza, dice NOS. La donna condannata dovrà anche risarcire la vittima con un importo di 750 euro.

Cato van der K. (l.) e Michelle de K. devono entrambe scontare 24h di pena detentiva dopo per aver molestato un ragazzo minorenne che aveva consegnato la pizza a casa loro. Il tribunale di Alkmaar è dell’opinione che la coimputata Michelle de K. di Alkmaar (25) non abbia toccato il runner e che l’aggressione non possa essere provata.

Alla coimputata è stato inflitto 1 giorno di carcere e 60 ore di servizio sociale. Il Pubblico Ministero aveva chiesto tre mesi di carcere per entrambe le donne. La corte ritiene che non sia stato dimostrato che le donne avessero un piano premeditato di aggredire il ragazzo.

Le due avrebbero ordinato pizze da una casa ad Alkmaar ma quando il giovane si è presentato alla porta, Van der K. ha afferrato la vittima “improvvisamente” per i genitali. L’assalto di Cato van der K. è stato filmato da De K. che ha poi condiviso il video su IG.

Secondo il tribunale, le intenzioni  delle donne erano chiare: “Questo è evidente dalle dichiarazioni rilasciate dalle donne come: questo è il mio sogno, questo è il tuo sogno, realizziamolo. La vittima è stata inaspettatamente afferrata per l’inguine ed è stata costretta a tollerare atti osceni”, ha detto il pm.

Il tribunale ha respinto la difesa degli avvocati delle donne secondo cui il ragazzo sembrava più grande di 18 anni: violenza è violenza, indipendentemente dall’età.