Mentre in Olanda si balla, in Australia torna il lockdown duro: a causa dell’impennata di contagi, il paese torna in un rigoroso blocco di due settimane. È consentito uscire solo per lavoro essenziale, shopping, sport all’aria aperta o istruzione.

Il problema è la variante Delta è il suo spaventoso tasso di riproduzione, dice Nieuwsuur. Diversi esperti olandesi sono critici nei confronti degli allentamenti: Alma Tostmann, epidemiologa al Radboudumc avverte: “Da questo fine settimana, le persone avranno di nuovo molti più contatti. Una percentuale verrà nuovamente infettata e quella percentuale può crescere rapidamente”.

Tostmann è preoccupata per le misure adottate: “Sono sorpresa che un pacchetto di misure così ampio sia stato introdotto in una volta sola”. Il fatto che sempre più persone siano vaccinate contro il virus potrebbe essere un’arma contro la nuova variante tuttavia, c’è ancora del lavoro da fare, come mostra il caso di Israele.

C’è un pericolo nei “gap vaccinali” nei Paesi Bassi, dice Nieuwsuur: i dati RIVM mostrano che molte persone sotto i 40 anni non sono state ancora vaccinate, nonostante abbiano preso già un appuntamento. E il numero di no vax è alto.  

Secondo lei, anche eliminare le mascherine non è stata una buona idea.  Al Radboudumc, le mascherine rimarranno in vigore per il momento.