L’app olandese per tracciare i casi di coronavirus, la “Immuni” locale, è ora online. CoronaMelder, è stata in fase di sviluppo per oltre sei mesi, inclusi due mesi di beta test in cinque delle 25 aree di sicurezza del Paese e ora è pronta per essere scaricata sugli smartphone.

Il testo, “Stop alla diffusione del coronavirus, scarica CoronaMelder”, ha sostituito il messaggio sul sito ufficiale dell’app che all’inizio della settimana aveva anticipato il lancio del 10 ottobre.

https://www.youtube.com/watch?v=mk7ZNygVW1E

 

L’app funziona su dispositivi Apple iOS e Android di Google. Scaricare l’app è facoltativo e nessuna attività può essere vincolata all’utilizzo dell’applicazione, specifica il governo. Scopo di Corona Melder è contribuire al tracciamento, segnalando agli utenti quando sono stati vicini a qualcuno risultato positivo al Covid per più di 15 minuti.

L’utente positivo, lo notifica tramite l’app e questa, via Bluetooth, informa gli utenti nelle vicinanze della presenza di qualcuno risultato positivo al Covid. L’app, sottolinea il governo, è a prova di privacy: non vengono registrati dati sulla posizione degli utenti e non condivide dati personali, se non un numero di identificazione criptato.

Al momento, tuttavia, non sono stati sciolti per intero i dubbi. In primis quelli tecnici: al momento, infatti, CoronaMelder funziona solo sulle ultime versioni di iOS e di Android, tagliando fuori quasi 2 milioni di persone che non hanno un dispositivo recente. Poi, rimangono -per molti- dubbi sul rispetto effettivo della privacy. Ad oggi, l’app è stata scaricata 1,3 milioni di volte.