The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CINEMA

Al Lab111 in ricordo di Agnès Varda, la “nonna” della Nouvelle Vague francese



CoverPic@Martin Kraft

Scomparsa a Parigi lo scorso marzo, Agnès Varda è stata un simbolo rappresentativo della scena artistica internazionale in anni di grande cambiamento. Regista, sceneggiatrice e fotografa, Agnès Varda ha iniziato la sua carriera negli anni ’50 e in poco più di un decennio, benché si sia sempre rifiutata di accettarne l’etichetta, si è resa l’esponente principale della Nouvelle Vague, anticipandola.

Infatti, nei suoi lavori di cinécriture, non si trovano quasi mai grandi attori, ma sempre persone semplici; l’ispirazione nasce dalle piccole cose, dalla realtà della quotidianità che emerge in modo sincero, in un certo senso intimo. Ma Agnès Varda è stata anche una pioniera nell’interesse per il problema ecologico e un’artista sensibile alla disparità di genere a cui ha cercato di dar voce con le sue produzioni. Sempre alla ricerca di nuove vie d’espressione per un cinema radicale, la regista ha accolto e sfruttato le nuove tecnologie, per esempio filmando con la sua fotocamera quando, dal 2000, queste hanno iniziato a circolare.

In occasione dell’uscita del documentario Varda By Agnès, il Lab111 X StrangeLove di Amsterdam la ricorda passando sui suoi schermi il nuovo documentario sulla sua vita, Varda by Agnès, e 4 film da lei diretti – Sans Toit ni Loi; Les Glaneurs et La Glaneuse; Les Plages d’Agnès; Visages, Villages.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!