Il Drents Museum ospita una mostra di Tamara Muller, un’artista visiva dallo stile inconfondibile: nei suoi dipinti infatti il suo viso è replicato su quasi tutte le figure. La sua mostra “PLAY” potrà essere visitata ad Assen fino al 19 settembre.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tamara Muller (@tamaramuller.art)


L’esposizione comprende 39 dipinti e 28 opere su carta e occupa quasi interamente la parte “Drostenhuis” del museo.

Tema delle opere della Muller è il “gioco della vita”: bellezza, bruttezza, eventi positivi e negativi e così via. Le sue opere sono piene di vita, ma ogni singola figura ritrae il suo volto, un segno distintivo unico e un incrocio interessante di stili, che sfumano il confine tra autoritratto e pittura di genere, uno stile tipico di diversi pittori olandesi del XVII secolo.

“PLAY” fa parte di una serie più ampia di mostre al Drents Museum, che celebrano le artiste Deborah Poynton, Frida Kahlo, Kristina Schuldt e Johanna Van Eijbergen.

CoverPic@Symbiotic I, 2016, acrylic on linen, 120 x 150 cm, private collection
Beasts, 2006, oil on linen, 50 x 60 cm, Drents Museum