Nuova polemica su Airbnb: questa volta, finiscono nel mirino le recensioni negative degli utenti. Come riportato da un articolo di AD, il popolo degli “host”, ovvero di coloro che ospitano a casa propria chi cerca un alloggio temporaneo tramite la piattaforma, avrebbe chiesto ad Airbnb di prendere delle misure riguardo alle recensioni negative.

Il problema nascerebbe dal fatto che alcuni ospiti avrebbero dato delle medie alte per ogni singola voce, mettendo però un voto complessivo inferiore. Questo causerebbe in alcuni casi la perdita del riconoscimento di “superhost” da parte di chi ospita.

La polemica si basa sul fatto che alcuni aspetti negativi di un alloggio possono essere considerati positivi da altri. Per esempio quel che per alcuni apparirebbe come un “rifugio rurale e rustico” per altri potrebbe essere un posto troppo isolato lontano dai mezzi pubblici. Oppure c’è chi si lamenta per aver avuto recensioni negative a causa della mancanza della lavastoviglie, quando questa non era comunque indicata nella descrizione.

Per ora Airbnb a messo a disposizione due nuove funzioni di controllo. Si tratta di finestre che si aprono nel momento in cui o la recensione sia molto negativa, e quindi viene richiesto all’utente se il problema fosse nella descrizione stessa dell’alloggio, oppure se la media totale sia inferiore ai giudizi sui singoli aspetti, in questo caso il sistema chiederà se il giudizio è corretto.

Non si può certo parlare di scienza esatta per un problema del genere, anche se gli ospiti si lamentano che si potrebbe fare di più.