In una sentenza emessa mercoledì, il Consiglio di Stato ha confermato che gli affitti per vacanze sui portali, ad esempio tramite Airbnb, sono tecnicamente “tolte al mercato immobiliare”. Quindi utilizzate a fine commerciale e non come alloggi.

Una buona notizia per il comune di Amsterdam che passa così il vaglio della più alta corte amministrativa del Paese. Secondo alcuni pareri legali, infatti, il regolamento che riduce a 30 giorni la possibilità di affittare casa sui portali, violava la legge.

A 60 giorni c’è ormai una giurisprudenza consolidata ma per il termine di 30, i dubbi dei legali erano molti. E invece la sentenza, dando ragione al comune, in un caso del 2017, chiude la disputa offrendo una base legale al nuovo regolamento.


Nel dicembre 2017, la corte aveva emesso una sentenza in un procedimento contro un cittadino di Amsterdam che era stato multato 13.500 euro. Secondo il comune, la contravvenzione era legittima perchè il proprietario stava usando l’edificio come attività commerciale e non come abitazione.