La compagnia aerea Air France-KLM emetterà nuove azioni, riferisce l’agenzia di stampa Reuters: la società annuncerà domani di voler convertire parte dei suoi titoli di Stato in prestiti scambiabili con azioni e di emettere più azioni per raccogliere più denaro, dice NOS.

E’ emerso ieri che la Francia ha raggiunto un accordo con la Commissione Europea su un nuovo round di aiuti di Stato per Air France: secondo il ministro delle finanze Le Maire, concessioni sono state fatte, ma non il pacchetto completo richiesto da Bruxelles.

Tra le altre cose, la commissione voleva che Air France rinunciasse ai diritti di decollo e atterraggio all’aeroporto di Parigi-Orly. Anche questo accadrà, dice Le Maire, ma non sarà a partire dal 24 come Bruxelles aveva inizialmente chiesto.

I Paesi Bassi sono ancora in trattative con la Commissione europea per un ulteriore pacchetto di supporto per la compagnia aerea, dice NOS . Il ministero dice che è positivo che sia in vista un accordo tra Francia e Bruxelles. “In questo modo, si può fare un altro passo nel percorso per mantenere in salute le compagnie aeree all’interno di Air France-KLM”.

L’anno scorso, Air-France KLM ha ricevuto un totale di oltre 10,4 miliardi di euro di sostegno dagli stati olandese e francese, sotto forma di prestiti e garanzie. Entrambi i paesi possiedono circa il 14% delle azioni della compagnia aerea. A febbraio è diventato chiaro che la società ha subito una perdita di 7,1 miliardi di euro lo scorso anno.