The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Agricoltori al Parlamento: lavoratori migranti necessari, servono assunzioni più facili

Pic source: Pixabay

La LTO, associazione di imprenditori del settore agricolo, vuole che il Parlamento olandese agevoli l’assunzione di lavoratori stagionali extracomunitari e spera che questo diventi un tema centrale delle elezioni del 2021.

L’associazione vuole che venga introdotto un permesso di lavoro fino a 9 mesi per i lavoratori stagionali che arrivano da Paesi fuori dall’UE. Ora questi visti sono soggetti a regole ferree su salari e competenze, ma l’LTO sostiene che si debba fare un’eccezione per gli agricoltori. Nel settore c’è una carenza di manodopera, per questo sono così necessari i lavoratori migranti (provenienti da UE o meno) per i lavori stagionali. LTO puntualizza che alloggio, assicurazione e retribuzione in linea con gli accordi ufficiali sono fondamentali.

L’appello dell’associazione arriva in un periodo in cui il tema del lavoro stagionale è sotto i riflettori per via della pandemia. Il virus si è diffuso tra i lavoratori (per la maggior parte provenienti dall’Est Europa) di diverse aziende del settore della carne e della frutticoltura. In Gheldria i lavoratori di altre due aziende frutticole sono risultati positivi al coronavirus la scorsa settimana.

Secondo il Parlamento, le agenzie di collocamento devono garantire condizioni di alloggio e trasporto adeguate alla manodopera delle industrie della carne e dell’agricoltura. L’anno scorso, i partiti ChristenUnie e PS hanno presentato un piano per regolare l’immigrazione all’interno dell’UE e tutelare i lavoratori provenienti dall’Europa centrale e orientale. La Tweede Kamer ha iniziato a discutere il piano a fine maggio.