MELTIN'POT NL

MELTIN'POT NL

Agente “con il velo” fotografata ad Amsterdam. La polizia: iniziativa individuale, discussione ancora in corso

Agenti di polizia di Amsterdam che indossano il velo? La proposta, che fa già discutere, è attualmente al vaglio delle autorità cittadine ma una poliziotta della capitale, a supporto della proposta, si è fatta immortalare indossando l’hiyab.

 

Le foto sono state pubblicate dal consigliere comunale Pvda di Amsterdam, Sofyan Mbarki, sul suo account Twitter.Solo reazioni positive, avrebbe detto il politico.

Ma la polizia di Amsterdam, racconta il quotidiano AD, ha parzialmente preso le distanze dall’iniziativa: azione individuale, la nostra uniforme rimane neutrale, per il momento nessun cambio.

Secondo AD le reazioni dei passanti sono state, nel complesso positive.

Il comune e la polizia di Amsterdam stanno discutendo della misura; la speranza è che la riforma convinca più donne e uomini di minoranze etniche a entrare nel corpo di polizia per aumentarne la diversità.

Ma le critiche non sono mancate: la deputata SP di origine curda Sadet Karabulut ha spento gli entusiasmi dei promotori “La polizia è di tutti e deve mantenere la sua neutralità. Nessuna espressione religiosa, come ad esempio il velo, dovrebbe essere tollerata” ha twittato.

Secondo un sondaggio del quotidiano, i lettori sarebbero spaccati: una leggera maggioranza (52%) sarebbe contraria alla misura

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli