CULTURE

CULTURE

Afsluitdijk Wadden Centre: quando l’architettura diventa un racconto naturale

Se passando per Afsluitdijk, la famosa strada sopraelevata che collega la provincia della Frisia al nord dei Paesi bassi, vi sembra di vedere un’onda gigante che s’infrange sul fianco della strada, non spaventatevi: è l’edificio dell Afsluitdijk Wadden Centre.

L’Afsluitdijk Wadden Centre è un museo e centro culturale situato nella Kornwerderzand, un insediamento che fa parte del più grande sistema di dighe mai creato nei Paesi Bassi, il Zuiderzeewerken. Situato a circa 100 chilometri da Amsterdam, il centro, tramite la sua architettura e i servizi offerti ai turisti, ha lo scopo di raccontare l’ambiente che lo ospita.

Permette ai visitatori di entrare in contatto con la storia del paesaggio naturale di Waddenzee, zona nominata patrimonio universale dell’UNESCO nel 2009, nonché con quella, della regione di IJsselmer e della stessa strada sopraelevata da cui il centro prende il nome. Oltre all’occasione di familiarizzare con i la natura circostante, il centro offre la possibilità di conoscere gli innovativi progetti cheverranno realizzati a livello ingegneristico, grazie all’aiuto dell’organizzazione De Nieuwe Afsluitdijk, volti al miglioramento della zona.

Ideato dallo studio di architettura GEAR Architectencoöperatie, l’edificio dell’Afsluitdijk center presenta una stravagante struttura: le sue facciate bianche, che intendono evocare il colore del Mare del Nord, sono composte da diversi elementi esagonali in richiamo ai blocchi di basalto dell’omonima strada costruita negli anni ’30.

Un edificio, quindi, in totale osmosi con l’ambiente circostante. E non solo grazie alla sua struttura architettonica.

Infatti, tra i tanti servizi offerti, all’interno del centro è presente un’ampia galleria in cui una mostra permanente racconta le particolarità di Waddenzee. La flora e la fauna della zona patrimonio Unesco vengono descritte tramite un percorso espositivo che si muove tra video, fotografie, pannelli grafici e l’aiuto interattivo di applicazioni. Racconti di eventi climatici che in passato sconvolsero la regione e ipotesi di nuovi progetti per salvaguardare la zona sono solo una parte degli aspetti su cui si sofferma la mostra con l’intento rendere l’ambiente del Waddenzee il più familiare possibile ai visitatori. Particolare attenzione, inoltre, è dedicata alla regione del Delta, soggetta a rischio a causa dell’innalzamento del livello del mare e dei cambiamenti climatici.

Oltre alla percorso interattivo offerto dall’esposizione, i visitatori hanno la possibilità sorvolare virtualmente l’Afsluitdijk e le sue aree circostanti grazie alla proiezione all’interno del cinema 4D Aquavista.

Insomma, un’esplorazione a 360 gradi per scoprire le meraviglie che il nord dei Paesi Bassi riserva.

 

SHARE

Altri articoli