The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Aeroporto Lelystad, residenti annunciano barricate: il progetto viola legge e regolamenti UE

La decisione del governo di aprire l’aeroporto di Lelystad è prematura, in violazione della legge e basata su ipotesi intrinsecamente errate. Questioni importanti non sono state studiate e non è stata effettuata un’analisi costi-benefici adeguata. La bocciatura totale arriva da uno studio promosso da SATL, un gruppo di residenti.

Il documento è stato presentato il 21 febbraio al Ministero in occasione dela procedura di consultazione pubblica in corso all’aeroporto.

Che i residenti abbiano obiezioni all’apertura dell’aeroporto di Lelystad è stato chiaro fin dall’inizio. Fino ad ora, si sono opposti alle rotte a bassa quota necessarie per evitare il traffico da e per Schiphol. Ma nel documento sono presenti altri argomenti.

I residenti affermano che dal 2008 è noto che lo spazio aereo nei Paesi Bassi deve essere riorganizzato per rendere possibili le rotte sull’aeroporto di Lelystad ma ad oggi il Ministero delle infrastrutture ha sistematicamente ignorato le raccomandazioni. Secondo i residenti, l’apertura del 2020 viola le leggi nazionali e i regolamenti UE.

Il ministero avrebbe utilizzato metodi obsoleti nel calcolo dell’inquinamento acustico e non si è tenuto conto del rumore proveniente da rotte di volo già esistenti.

Inoltre, non sarebbe stata fatta alcuna stima realistica del pericolo con gli uccelli, che è rilevante in situazioni di volo basso. In un contesto più ampio, l’apertura dell’aeroporto di Lelystad – e quindi la crescita dell’aviazione – è negativa per la spinta a ridurre le emissioni di CO2, secondo SATL.

A maggio si saprà se il ministero intende prendere in considerazione le obiezioni oppure proseguire.