Lo scalo di Lelystad è pronto per l’anno prossimo all’apertura all’aviazione commerciale.In conseguenza, le regole, soprattutto per l’impatto ambientale dello scalo, saranno meno restrittive, hanno deciso il consiglio dei ministri.

L’inquinamento acustico è una delle principali obiezioni dei manifestanti all’espansione dell’aeroporto, ma i ministri credono che le modifiche normative risolveranno la situazione. Essi hanno convenuto che gli aerei commerciali potranno sorvolare le basi militari. Tuttavia, non sarà consentito volare a bassa quota su vaste aree del paese.

Tali regole non saranno applicate fino al 2021/2022, cioè un anno dopo l’apertura di Lelystad alle compagnie charter.

I funzionari locali sono soddisfatti delle novità, ha detto l’emittente locale Omroep Gelderland. Con condizioni più flessibili, gli aerei potranno evitare il traffico di Schiphol. Potranno sorvolare l’area del Veluwe, a maggior distanza dalla terra”, ha detto all’emittente Ed Me Leon.

Tuttavia, altri gruppi affermano che le modifiche sono “vino vecchio in bottiglie nuove” e sono poco concrete, ha affermato Omroep Gelderland. Il governo spera di aprire Lelystad nel 2020 e consentire così a Schiphol di concentrarsi su voli intercontinentali più redditizi. L’apertura è già stata ritardata due volte ma rimangono le difficoltà dovute alle normative sulla concorrenza di Bruxelles. L’obiettivo è quello di convincere alcune compagnie aeree a utilizzare la nuova sede. Una posizione che, secondo Bruxelles, infrange le regole della concorrenza.

Il mese prossimo la Commissione europea è chiamata a esprimere il suo parere sui piani.