Photo Screenshot YT di NPO

Il partito cristiano-confessionale SGP vuole impedire al servizio pubblico NPO di trasmettere il programma per bambini “Gewoon Bloot” che dovrebbe andare in onda dal 21 marzo. In quel programma, agli adolescenti vengono mostrati adulti nudi che rispondono a domande sui loro corpi. Scopo della trasmissione è di spiegare la diversità e rompere dei tabù sessuali in età pre-adolescenziale, che secondo gli autori, potrebbero essere alla base del disagio, dice NOS.

Ma gli ultrà cristiani non ci stanno: il leader del partito SGP Van der Staaij pensa che sia un piano “bizzarro” e vuole che il governo lo fermi a tutti i costi.

Van der Staaij, che è deputato, ha posto un’interrogazione al ministro sul programma, di cui ieri NOS Jeugdjournaal ha mostrato in anteprima i contenuti. Secondo il partito cristiano, infatti, studenti delle elementari non dovrebbero avere davanti “sconosciuti nudi”. Secondo il parlamentare cristiano, NOS e il servizio pubblico in generale, devono astenersi in futuro dal produrre programmi simili.

Il disagio nel guardare persone adulte nude, quello sì è normale, dice  il leader SGP: “Non dovresti demolire quella barriera protettiva che esiste per natura.” Secondo van der Staaij, l’educazione sessuale spetterebbe alla famiglia.