I nuclei speciali ME della polizia di Amsterdam, proseguono con l’operazione di sgombero dell’ADM. Alcuni residenti hanno deciso di non lasciare il sito e si sono incatenati in segno di protesta.

Le forze dell’ordine tengono lontana la stampa e nel frattempo, il primo edificio sgomberato è stato consegnato al proprietario che ha provveduto immediatamente alla demolizione.

 

 

La società che ha acquistato il terreno vuole costruire un cantiere per la manutenzione e la riparazione delle navi. Secondo un portavoce, gli appaltatori sono già pronti per iniziare. Ma l’aspettativa è che saranno necessari due mesi per svuotare l’intero sito.

Nel frattempo i residenti stanno cercando di percorrere altre vie locali: domani mattina alle 11 è prevista un’udienza in tribunale nel tentativo di bloccare lo sgombero a seguito della richiesta della Commissione diritti umani dell’ONU.