L’anno scorso è stato un anno drammatico per la scena controculturale di Amsterdam: nonostante le promesse del consiglio comunale nel proteggere e tutelare gli squat e gli spazi liberi ancora presenti, alcuni luoghi storici della scena underground della città hanno subito duri colpi: prima lo sgombero dell’ADM, poi la triste fine del Bajesdorp, infine le nuove regole che rischiano di paralizzare il Ruigoord e la cattiva gestione del Lutkemeerpolder.

Per rivendicare la necessità di spazi liberi in cui potersi esprimere liberamente fuori da logiche commerciali – comprese quelle che muovono l’Amsterdam Dance Event, la Dam Raid, ormai consueto appuntamento annuale di lotta e musica per le strade di Amsterdam, quest’anno non avrà un tema specifico: all’inizio del corteo si osserverà soltanto un minuto di silenzio per tutti gli spazi “caduti” durante l’anno.

L’appuntamento con l’Amsterdam Danst Ergens Voor – ADEV 2019 è domani 19 ottobre alle 13 in piazza Dam.