Malissima tempora currunt. Anche l’ADEV 2020, la street parade che si organizza ogni anno per le strade di Amsterdam in sostegno dei sempre meno spazi liberi, autogestiti e occupati, non potrà svolgersi in presenza: condividendo il beffardo destino della sua controparte commerciale -l’Amsterdam Dance Event (ADE) –  anche i più fomentati tra gli organizzatori dell’evento underground hanno dovuto arrendersi al Covid. 

E proprio quest’anno, in cui il virus sta mietendo sempre più vittime anche tra gli ultimi free space rimasti in città, la street parade sembrava ancora più necessaria.

https://www.instagram.com/p/CGnVzurl68N/?utm_source=ig_web_copy_link

Per la prima volta in 8 anni, come si legge sul sito e sui social, la parade non sarà qualcosa di collettivo e condiviso per il rispetto delle norma anticovid. Gli organizzatori, infatti, invitano tutti i partecipanti a non creare assembramenti e a “ballare da soli”: in bici, in moto, in auto o su un rimorchio con le casse ben in vista a pompare, ognuno sarà così libero di esprimere il proprio sostegno alla causa in favore dell’ADM, Bajesdorp e Lutkemeer.

Ciò significa, però, che per la prima volta la parade non sarà confinata ad Amsterdam. Quest’anno sarà un evento diffuso e decentralizzato.

L’appuntamento è fissato per sabato 24 ottobre alle 13:00.