NL

NL

A’dam, tornano expat e turisti. E gli affitti tornano a salire

Con il ritorno di expat e turisti ad Amsterdam, il calo registrato degli affitti nel settore privato si è arrestato: i prezzi sono aumentati di nuovo per la prima volta, soprattutto a Nieuw West.

Un “felice incidente”, così si potrebbe chiamare il calo temporaneo degli affitti nel 2020. I prezzi nel settore libero erano scesi nel terzo trimestr, per la prima volta in sei anni e quel calo è durato per un po’. Ma ora che le misure sono state allentate, gli expat e i turisti stanno tornando in città e anche i prezzi sono di nuovo in aumento, secondo la piattaforma Pararius.

Durante la pandemia si era assistito al fenomeno di un numero crescente di immobili sfitti, soprattutto nel segmento superiore, dice il Parool. “Le restrizioni ai viaggi sono state in gran parte revocate, causando un nuovo aumento degli affitti in città popolari come Amsterdam”, afferma il direttore di Pararius, Jasper de Groot.

Secondo De Groot, il mercato degli expat ha ripreso a funzionare addirittura “come mai prima d’ora”. Allo stesso tempo, la crescita del turismo fa sì che molte case che erano state trasferite nel settore dell’affitto, tornino ora a disposizione dei turisti: “L’offerta per soggiorni brevi durante il picco del Covid-19 scomparirà nuovamente dal mercato perché anche il turismo sta ripartendo”.

Pararius può anche vedere che l’interesse per il settore libero sta riprendendo a crescere dal numero di visitatori del sito internazionale: “Il numero di richieste di contatto e di informazioni da parte degli expat è aumentato enormemente. È logico che gli affitti siano nuovamente aumentati nell’ultimo trimestre”.

Case parzialmente arredate (+2.9%) e completamente arredate (+2.7%) sono diventate più costose nell’ultimo anno. Amsterdam si conferma la più cara.

 

SHARE

Altri articoli