Pic: Pixabay

Per il momento, non sembra che i residenti della capitale, abbiano problemi a pagare le bollette a causa dello smartworking, dice AT5. La risposta è del consiglio comunale e arriva in seguito ad un’interrogazione da parte dei gruppi JA21 e ChristenUnie.

Entrambi partiti temevano un effetto “povertà energetica” a causa del lockdown ma a quanto pare, l’effetto non c’è stato.

Ciò è in parte dovuto al fatto che il 2020 è stato un anno caldo e le tariffe energetiche sono diminuite. Il primo trimestre del 2021 è stato più freddo dell’anno precedente ma non è ancora possibile stabilire se la situazione comporterà pagamenti aggiuntivi, perché dipende dal clima nel resto del 2021. E soprattutto, dipende da quanto rimarranno in vigore le misure.

Il consiglio comunale concorda con entrambi i partiti sul fatto che gli abitanti di Amsterdam a basso reddito e per questo si impegna a tenere la situazione sott’occhio.