Dopo una bancarotta e una lunga battaglia con il comune, gli investitori immobiliari di Zadelhoff hanno acquisito l’ospedale Slotervaart per 45 milioni di euro alla fine del 2019 e presto, i 60.000 metri quadrati dell’edificio  dovrebbero essere pronti per riaprire, entro il 2022, dice AT5.

I primi sei piani dovranno poi ospitare grandi operatori sanitari, come i vicini dell’Istituto Antoni van Leeuwenhoek. I piani superiori sono destinati ai “luoghi di cura in cui vivere”, come spazi per gli anziani.

La “funzione di cura a bassa soglia” per Nieuw-West è stata una carta fondamentale nella discussione con il comune e per questo motivo è stato necessario creare un centro, ad esempio, per il medico di famiglia e il dentista.  Il recupero della struttura ospedaliera ha uno scopo: sbloccare cubature nell’area che possano essere rese disponibili per le abitazioni.

Nella nuova costruzione intorno all’ex MC Slotervaart, Zadelhoff ha già fatto ‘uno studio di volume’ con architetti e urbanisti e pensa di poter realizzare 75.000 metri quadrati di superficie abitabile, buoni per almeno 700 case e per la nuova costruzione si applicano le ‘regole di Amsterdam’ del 40-40-20, il che significa che una grande parte è per medi e bassi redditi e solo una piccola parte per il libero mercato.