NL

NL

A’dam, neonata gettata in un cassonetto nel 2014: madre arrestata in Germania

Dopo quasi sette anni, la polizia ha arrestato una donna di 31 anni sospettata di aver abbandonato il suo neonato in un cassonetto sotterraneo nel 2014, racconta NOS. La neonata venne salvata da  un passante che sentì dei lamenti provenire dal container.

Nonostante un silenzio durato così a lungo, la donna è stata arrestata in Germania ad aprile dopo che le sue impronte digitali erano state trovate nel 2014 sulla borsa che conteneva il bambino. A metà maggio, la polizia tedesca l’ha consegnata alla polizia di Amsterdam. La donna è sospettata di tentato infanticidio.

Dopo che i vigili del fuoco salvarono la bambina dal cassonetto della spazzatura sulla Fritz Conijnstraat ad Amsterdam nel 2014, venne avviata un’ampia indagine della polizia.

Una recente ispezione internazionale sulla banca dati del DNA ha rivelato le impronte digitali della donna di 31 anni. Un’indagine della polizia ha ora dimostrato che la madre della piccola, nel 2014, viveva  ad un indirizzo vicino al contenitore dei rifiuti. Dopo ulteriori test del DNA, si potrebbe stabilire con certezza che la 31enne  è la madre della bambina di 6 anni, affidata ad una famiglia e poi adottata.

La donna dovrà comparire questo mese davanti al giudice.

SHARE

Altri articoli