Il comune di Amsterdam sta vendendo tutte le sue azioni nell’Afval Energie Bedrijf (AEB): il nuovo proprietario è l’inceneritore di rifiuti di Rotterdam AVR. La vendita ha il valore di 450 milioni di euro e AVR ha sedi a Duiven e Rozenburg.

Secondo NOS, AEB ha dovuto chiudere quattro delle sei linee di combustione nell’estate del 2019 a causa di scarsa manutenzione. Il management voleva 150 milioni di euro di sussidi dal comune e annunciava il rischio di bancarotta se non fosse arrivata.

Alla fine Amsterdam e le banche hanno sborsato circa 16 milioni di euro e l’assessore Udo Kock (D66) si è dimesso a causa della questione. A quel tempo, era solo con il piano di vendere il processore di rifiuti.

La vendita continuerà quindi, ma deve ancora essere approvata dall’Autorità olandese per i consumatori ei mercati (ACM). La direzione di AEB, il consiglio di sorveglianza e il comitato aziendale sostengono l’acquisizione, riferisce NH Nieuws.