Il Pubblico Ministero ha richiesto trenta mesi di reclusione, sei dei quali con condizionale nei confronti di un uomo di 38 anni di Amsterdam che avrebbe aggredito un autista di un autobus lo scorso ottobre perché lo intimava di indossare la mascherina, dice AT5.

L’autista di 67 anni della linea 21 si è rivolto al passeggero a Geuzenveld martedì pomeriggio, 6 ottobre, esortandolo ad indossare la mascherina. Il passeggero sarebbe andato su tutte le furie e avrebbe aggredito con una violenza cieca il controllore, picchiandolo e facendogli perdere i sensi.

L’uomo è sospettato di tentato omicidio colposo e  aggressione aggravata. L’autista dell’autobus ha subito una commozione cerebrale, contusioni alle costole e viso. Un esperto nominato dal tribunale ha accertato la semi-infermità mentale.