Autostrade ciclabili e possibile collegamento con i mezzi pubblici attraverso il Westerpark: “Se non intervieni ora, sarà troppo tardi”, dice un comitato di cittadini fermamente contrario al progetto.

Gli amici di Westerpark, i residenti e altre associazioni hanno lanciato una petizione contro la possibile costruzione di percorsi che dovrebbero collegare il nuovo quartiere Port-City con il resto della città. La petizione è stata firmata più di 7.000 volte in cinque giorni.

Entro il 2040, il distretto di Port-City dovrebbe essere costruito da zero: da quaranta a settantamila case, distribuite su Westelijk Havengebied e Noord. Una parte di quel distretto sarà quasi adiacente a Westerpark e quella parte nuova di Amsterdam deve ovviamente essere facilmente accessibile.

Ad esempio, costruendo diverse autostrade ciclabili nel Westerpark e nei complessi di lottizzazione adiacenti. I piani del comune parlano addirittura di un possibile collegamento con i mezzi pubblici attraverso il parco e gli orti a partire dal 2040. Niente è definitivo, ma i disordini sono già grandi.