Georgia National Guard from United States, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Supermercato (in olandese) scritto al contrario si legge TKRAMREPUS e questo è il nome di un progetto sociale a Prinsengracht, un poo-up store, aperto oggi e domani, dove i visitatori sono tenuti a portare e non a ritirare le merci, dice NOS.

Tutti i prodotti e le donazioni vanno alle circa 4000 persone di Amsterdam che dipendono dai prodotti di un banco alimentare (voedselbank).

Freek Wessels, membro del consiglio di amministrazione della voedelsbank, ha visto un aumento del 30% del numero di famiglie che bussano alla porta per la spesa quest’anno e lo attribuisce alla pandemia della corona, riferisce NH Nieuws.

Il supermercato inverso è un’idea di una piattaforma di lavoro locale per i giovani. Un portavoce: “Riceviamo 700 tubetti di dentifricio e 1500 lettere di cioccolato dai fornitori. Abbiamo bisogno soprattutto di sughi per pasta, creme spalmabili, zuppe, carne e pasta in scatola”.

Fino a questa mattina compresa, il ricavato è stato di quaranta casse piene di generi alimentari.