The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

AD: Molti ristoranti olandesi non rispettano le misure di distanziamento

Vari comuni olandesi stanno sorvolando sulla violazione delle misure di coronavirus nei ristoranti, caffè e altri esercizi di ristorazione. Negli ultimi giorni, infatti, diversi ristoranti olandesi hanno ignorato le misure di distanziamento. Una ricerca di AD mostra un totale di 0 multe per il settore della ristorazione dopo aver esaminato un campione di 56 comuni olandesi di varia grandezza.

Gli esercizi che hanno potuto riaprire il 1° giugno hanno dovuto aderire alle rigide regole del coronavirus. Gli ospiti devono rispettare la distanza di 1,5 metri, esclusi i nuclei familiari. Devono stare seduti, e prenotare un tavolo se vogliono mangiare all’interno.

Gli esercizi di ristorazione che non aderiscono a queste regole devono pagare una multa di 4 mila euro. Eppure, finora sono state emesse pochissime multe. I comuni, invece che sanzionare, sembrano preferire gli avvisi, con 141 avvisi ufficiali emessi dal 1 giugno.

I comuni intervengono solo in casi estremi, ha affermato in precedenza il sindaco Hubert Bruls di Nimega, presidente del consiglio delle 25 regioni di sicurezza del paese. Il primo cittadino ,però, aggiunto che i sindaci saranno più severi in futuro.

Il comune di Amersfoort ha dichiarato ad AD: “La cosa più importante è rimanere in contatto con il settore della ristorazione e cercare soluzioni insieme quando necessario.

I comuni intervistati hanno dichiarato che le strutture di ristorazione e i clienti aderiscono ampiamente alle regole, ma recentemente hanno notato un aumento delle violazioni.