NL

NL

Ad Amsterdam si vota per le europee. E per il primo referendum cittadino dal 2002

Oltre al Parlamento europeo, i cittadini di Amsterdam sono chiamati alle urne per votare in un referendum cittadino, il primo dal 2002, riguardante la nuova struttura verde della città. La sindaca Halsema ha quasi inserito entrambe le schede elettorali nell’urna, rischiando di invalidare il suo voto; Halsema ha sottolineato l’importanza del voto, specialmente per i giovani, poiché le grandi questioni come il clima e la migrazione richiedono una soluzione a livello europeo.

La partecipazione alle elezioni, secondo i dati delle 13:00, è del 14,7%, superiore rispetto al 10,5% del 2019. Per il referendum sulla Hoofdgroenstructuur, la partecipazione è dell’11,9%.  L’assessore Reinier van Dantzig, responsabile dei nuovi piani verdi, invita i cittadini a votare a favore, evidenziando che i nuovi piani aggiungeranno 16 chilometri di verde protetto, migliorando la vivibilità della città.

La giornata di voto continua con un’alta affluenza e un intenso dibattito sulle questioni verdi di Amsterdam.

 

Il Piano regolatore aree verdi di Amsterdam divide: il 6 giugno si terrà un referendum

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli