NL

NL

ACM, sospetto cartello commerciale attivo nei porti di Amsterdam, Rotterdam e Antwerp

L’autorità olandese per la tutela dei consumatori e del mercato, ACM, ha lanciato un’indagine per verificare la presenza di cartelli commerciali creati appositamente dalle aziende operative negli scali portuali.

Sotto inchiesta alcune aziende che lavorano nei bunker delle navi nei porti di Rotterdam, Amsterdam e Antwerp.

L’ACM sospetta l’esistenza di un cartello che avrebbe causato un ingiustificato aumento dei prezzi per il carburante. L’indagine è nata dall’input del Pubblico Ministero e potrebbe portare a delle multe salatissime: 40% delle global sales per le aziende “complici”, 900.000 euro per gli ideatori e i creatori del presunto cartello commerciale.

SHARE

Altri articoli