Photo: screenshot Gmap

Gli studenti del corso di fashion dell’Hogeschool di Amsterdam Amfi e l’unione studentesca ASVA chiedono che il direttore e un docente  vengano cacciati: second0 loro è necessaria una serie di “riforme necessarie” e “un cambiamento culturale” all’interno della scuola di moda, dice NOS.

Negli ultimi mesi sono state pubblicate storie sul clima consolidato di molestie, razzismo e abusi, conditi da paura e silenzio. Sembra che gli insegnanti facciano commenti razzisti o sessisti e gli studenti spesso dicono di sentirsi sminuiti. “Abbiamo saputo di studenti finiti in terapia per anni dopo il loro periodo all’Amfi, motivo per cui la cultura alla scuola di moda deve cambiare radicalmente“, ha detto il presidente dell’ASVA Maarten van Dorp in un comunicato, ribadendo che il direttore e un docente in particolare sono il problema principale.

Gli studenti e il sindacato studentesco vogliono anche scuse per la “cultura tossica” e per il modo in cui gli studenti sono stati trattati. Deve essere prevista anche una procedura di reclamo interna, che attualmente non esiste. “Senza una procedura per presentare denunce indipendenti, una piccola istituzione come Amfi ha possibilità di insabbiare le questioni spinose”, afferma Van Dorp. “Gli studenti dovrebbero essere in grado di presentare una relazione sul loro insegnante in modo sicuro, senza timore di subire ritorsioni”.

Van Dorp dice che nella cassetta delle lettere del sindacato ci sono ora sessanta storie raccontate da studenti ed ex studenti. In molti hanno deciso di parlare dopo aver letto articoli su NRC e Het Parool. La vicenda ha di recente attirato anche l’attenzione del parlamento, dice NOS.