NL

NL

Accordo quasi raggiunto: il governo di destra in Olanda ad un passo

Il PVV, VVD, NSC e BBB hanno raggiunto una svolta nei loro colloqui di formazione del governo. Dopo una sessione maratona, i leader dei partiti hanno annunciato intorno all’1:00 di notte di aver raggiunto un accordo sulle questioni finanziarie, un passo significativo verso un accordo di coalizione. Oggi discuteranno gli accordi con i loro gruppi parlamentari.

Dopo la sessione, i leader hanno espresso un parere positivo sui negoziati. Il leader del PVV, Geert Wilders, ha detto che c’è “ancora del lavoro da fare”, ma si è mostrato fiducioso sull’esito. La leader del BBB, Caroline van der Plas, ha espresso sentimenti simili, affermando di essere “molto felice” che un accordo di coalizione sia quasi finalizzato.

Anche i leader di VVD e NSC si sono mostrati ottimisti. La leader del VVD, Dilan Yesilgöz, ha notato il loro sollievo, affermando: “Penso che ci siamo.” Il leader del NSC, Pieter Omtzigt, ha sottolineato la necessità di un nuovo governo per il paese, aggiungendo che un accordo è “quasi completo.”

I negoziati sono stati caratterizzati da ottimismo da parte dei partecipanti, con dichiarazioni di progressi significativi. I leader dei quattro partiti hanno continuato a discutere anche durante la notte, con l’obiettivo di raggiungere un accordo prima della scadenza fissata per mercoledì.

Dalle indiscrezioni di NOS, pare che il nuovo governo sarà caratterizzato da una struttura extraparlamentare, il che significa che i leader dei partiti della coalizione rimarranno membri del parlamento senza assumere ruoli ministeriali. Questo rappresenterebbe una rottura significativa rispetto alla tradizione precedente.

Nonostante l’ottimismo, restano alcuni dettagli da risolvere, in particolare per quanto riguarda le questioni finanziarie. Tuttavia, i leader si sono mostrati fiduciosi nel raggiungere un accordo definitivo nei prossimi giorni.

L’informatore Dijkgraaf ha dichiarato ieri sera che lui e il suo collega Van Zwol non sono candidati per il ruolo di premier. Non si aspettano che la discussione sul premier causi problemi. Gli informatori presenteranno oggi il loro rapporto finale alla Camera come concordato in precedenza.

Questa fase di formazione, in cui i partiti di coalizione formano il governo, durerà più a lungo del solito, prevede Omtzigt. Di solito, il premier designato, come leader del partito più grande, partecipa ai colloqui di formazione ed è quindi già a conoscenza degli accordi raggiunti.

Ora non è automaticamente così, poiché i quattro partiti negoziatori hanno concordato che i loro leader di gruppo non entreranno nel governo. NSC sta considerando di far partecipare altri membri del gruppo parlamentare al governo.

A metà maggio, sei mesi dopo le elezioni e dopo due esploratori e quattro informatori, i partiti si sono avvicinati al punto che un accordo di governo è in vista. “Abbiamo trovato una base per la collaborazione e con questa base abbiamo sufficiente fiducia”, ha dichiarato Omtzigt ieri notte.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli