Booking.com è stato multato dell’equivalente di 14,9 milioni di euro dal regolatore russo della concorrenza FAS per aver abusato della sua posizione dominante sul mercato della Federazione, riporta NOS.

L’autorità russa  ha avviato un’indagine sulle attività di Booking.com lo scorso anno dopo che un’importante organizzazione ha denunciato la policy del portale di costringere all’esclusività le strutture, senza possibilità di offrire hotel e pensioni a prezzi più contenuti altrove, scrive il portale olandese.

FAS ha stabilito che si tratta di un abuso  e ha ordinato a Booking.com di rimuovere queste condizioni dai suoi contratti con le strutture russe. A rifiuto di Booking è scattata la sanzione.