Il servizio di intelligence AIVD e il Coordinatore Nazionale antiterrorismo Dick Schoof, avrebbero contattato il sindaco di Rotterdam, Ahmed Aboutaleb prima dell’arrivo Sinterklaas a Maassluis, nella giornata di Sabato, per metterlo in guardia su possibili scontri tra attivisti anti-Zwarte Piet e manifestanti di destra. A dirlo è stato lo stesso Aboutaleb durante un dibattito in consiglio comunale lo scorso Giovedi.

La settimana passata, quasi 200 persone sono state arrestate a Rotterdam mentre cercavano di manifestare contro Zwarte Piet, nonostante il primo cittadino avesse messo al bando i cortei

GroenLinks, PvdA (il partito del sindaco), SP e il partito islamico NIDA ritengono che Aboutaleb non abbia fatto abbastanza per consentire lo svolgimento della manifestazione. E chiedono un’indagine approfondita sugli eventi

Il Sindaco ha sostenuto di essere un forte difensore della libertà di espressione, ma di voler anche garantire la sicurezza dei bambini e dei loro genitori durante l’arrivo di Sinterklaas.

Aboutaleb ha aggiunto di essersi sentito ingannato dai militanti anti-Zwarte Piet
che hanno cercato di deviare le rigide condizioni imposte dal comune di Maassluis, certi di trovare pià spazio a Rotterdam

Aboutaleb anche criticato Amnesty International, che gli aveva inviato una missiva
criticando quelle che l’associazione, vede come violazioni del diritto di manifestare e dei diritti umani. Secondo il sindaco, Amnesty, quando ha inviato la lettera, non era a conoscenza dei fatti.