WONING

WONING

ABN AMRO: ad Amsterdam più hotel e più cooperazione con Airbnb

Amsterdam ne gioverebbe se si aumentasse la cooperazione con la piattaforma di “house-sharing” Airbnb, dice al Telegraaf  Sonny Duijn, economista di ABN AMRO. “Nella capitale ci si aspetta, nei prossimi anni, una rapida crescita del turismo, ma la politica sugli hotel è riluttante, per cui molti progetti per la costruzione di nuovi alberghi sono stati respinti”, ha detto al giornale l’economista.

Ci sono al momento 30mila camere d’albergo ad Amsterdam e altre 6mila saranno aggiunte nei prossimi anni ma non è sufficiente per far fronte alla crescita che ci si aspetta per il turismo della città. Se il turismo continua a crescere secondo le aspettative, le camere d’albergo saranno piene in circa sette anni. Il tasso di occupazione degli hotel di Amsterdam è già dell’82%, contro il 58% del resto del paese.

“La politica restrittiva sugli alberghi della capitale assicura un forte impulso di crescita per Airbnb”, ha detto Duijn al giornale. “Sarebbe saggia una cooperazione più stretta, specialmente per ridurre in futuro fastidi e proteggere la qualità della vita.” Secondo lui, Amsterdam dovrebbe già guardare avanti e affrontare i problemi futuri dovuti alla presenza di troppi turisti contro poca disponibilità di stanze. “Ci sono già molti dati che vengono scambiati tra municipalità e Airbnb. La soluzione migliore è di lavorare ancora di più insieme.”

SHARE

Altri articoli