Le società immobiliari non sono in grado di costruire tutte le case richieste a causa dell’aumento dei costi di costruzione e della mancanza di spazio, secondo quanto dichiarato nel sondaggio dell’associazione delle società immobiliari Aedes. I nuovi progetti di costruzione, inoltre, si rivelano puntualmente irrealizzabili dal punto di vista finanziario a causa dei costi elevati, scrive NOS.

Le societa’ immobiliari olandesi puntano a costruire 34 mila nuove sociale woning per l’affitto, da rendere disponibili entro la fine di questo governo, ma l’obiettivo si è mostrato più difficile del precisto. Lo scorso anno solo la meta’ delle 17,000 nuove case previste sono state effettivamente realizzate. Il 29% delle societa’ immobiliari ha affermato che l’aumento dei costi di costruzione rende sempre più frequente l‘impossibilità di ottenere finanziamenti per i progetti. I costi di fondazione di una casa – quello che costa costruire – non possono più tradursi in un canone mensile accettabile.

I nuovi piani di costruzione sono costantemente abbandonati, ha dichiarato il presidente di Aedes Marnix Norder, esortando il governo a prendere delle misure. “Molte persone sono alla ricerca di una casa in affitto a prezzi accessibili; ormai, attendere anni per una casa non è più un’eccezione. I comuni, quindi, affrontano la carenza di alloggi e si occupano dei cantieri . E il governo prende il controllo e stringe accordi con le autorita’ cittadine sul numero di case da costruire”.

L’Authority di vigilanza sul settore immobiliare  conferma la problematica. Alle società immobiliari viene chiesto di fare molto in una sola volta: alloggi sociali in affitto disponibili, affitti accessibili, affitti di segmento medio, e di rendere più sostenibili lo stock esistente, ha dichiarato Kees van Nieuwamerongen a NOS. ”Si possono scegliere solo poche ambizioni, non tutte. La scelta deve essere fatta dal governo e dalle aziende. Penso che questa sia una scelta che può essere fatta”.